monitor touch screen
376

I monitor touch screen, ossia display che reagiscono al tocco del dito per compiere diverse operazioni, rappresentano una realtà sempre più apprezzata nelle più diverse attività, grazie alla loro estrema versatilità.

Di fatto, questi dispositivi fondono un monitor di ampie dimensioni con un PC a tutti gli effetti. A differenza di altre tecnologie finora diffuse, ad esempio in scuole e sale meeting, rappresentano una soluzione All-in-One, che non ha bisogno di elementi esterni per funzionare con un computer o un videoproiettore.

Cos’è un monitor touch screen?

Detto così, monitor touch screen ricorda il gioco diffuso nei primi anni duemila nei bar, il Photoplay. Eppure, per capire bene di cosa parliamo possiamo partire da lì o immaginare un tablet di oltre un metro e mezzo di lunghezza. Ma a differenza di un tablet puoi collegare tutto quello che vuoi tramite USB, HDMI, leggere qualunque tipo di file, e molto altro.

In pratica, un monitor touchscreen si adatta perfettamente a qualunque modello di business o didattico, permettendoti con un unico apparecchio di:

  • Riprodurre presentazioni, video e foto;
  • Navigare in internet;
  • Installare e utilizzare applicazioni di qualsiasi tipo da quelle didattiche a quelle professionali;
  • Navigare attraverso una mappa tridimensionale;
  • Effettuare videoconferenze;
  • Disegnare e scrivere.

Progettato per business e didattica

Se ti stai chiedendo in che modo un monitor touch screen può fare al caso tuo, vogliamo mostrarti alcuni campi d’applicazione in cui questa tecnologia sta prendendo sempre più piede e perché.

  1. Scuola
    Come lavagna interattiva, per app didattiche scaricabili su Android, per riprodurre video esplicativi, per effettuare esercizi, disegnare, scrivere.
  2. Aziende
    Per meeting e formazione aziendale, riprodurre presentazioni e slideshow completi di link esterni, infografiche e modelli.
  3. Strutture ricettive
    Nella hall e negli spazi comuni per comunicare promozioni, convenzioni con altre strutture della zona o attrazioni turistiche.
  4. Musei
    Per informazioni sulla mostra in atto e i prossimi eventi, comunicare promozioni, convenzioni con altri eventi, informazioni biografiche.
  5. Fiere ed eventi
    Per mostrare cataloghi, case history, video dimostrativi dei prodotti esposti, advertising, promozioni e simulazioni.
  6. Esercizi e centri commerciali
    Digital Signage, raccogliere contatti, comunicare promozioni, effettuare tour virtuali, mettere a disposizione approfondimenti sui prodotti.

I vantaggi di un monitor touch

I display con touchscreen stanno man mano soppiantando altri dispositivi in moltissimi ambiti perché, oltre a fornire caratteristiche indispensabili per la singola applicazione, integrano nuove possibilità con significativi risparmi di tempo, manutenzione e denaro.

Ecco alcuni esempi pratici.

Monitor touch Vs. LIM

La LIM (Lavagna Interattiva Multimediale) è uno strumento molto diffuso in Italia, merito del fatto che il corso sull’abilitazione all’utilizzo da parte dei docenti vale punti in graduatoria per l’insegnamento. Eppure una LIM non è uno strumento a sé stante, necessita in primo luogo di essere collegata sia a un PC sia a un video proiettore (con conseguenti costi aggiuntivi e di manutenzione).

In secondo luogo, sebbene offra una risoluzione spesso anch’essa Ultra HD, non dispone di antiriflesso, necessita di un’ambiente oscurato a causa del proiettore ed è difficoltosa da spostare da un ambiente all’altro.

Monitor touch Vs. display LCD

Nelle hall degli alberghi, negli stand delle fiere, nelle sale meeting, non è raro trovare dei monitor LCD, in pratica delle grosse TV che allo stesso modo devono ricevere un segnale da qualche parte e non fanno altro che ritrasmetterlo. Non hanno un sistema operativo, quindi non sono interattivi né vi si può scaricare app; non hanno accesso diretto a internet.

Si tratta quindi di soluzioni statiche, schermi puri, che ritrasmettono messaggi non modificabili.

Nuova Serie X di TeachScreen

Ovviamente, non tutti i display che trovi attualmente in giro sono uguali. Quindi, se stai considerando di prenderne uno per la tua attività conviene valutare attentamente le opzioni.
Per la sua affidabilità e tecnologia avanzata, noi di Pro-Show abbiamo scelto di diventare partner e distributori esclusivi del brand TeachScreen che ha da pochissimo presentato al sua nuova Serie X.

Tra le caratteristiche che maggiormente distinguono questa famiglia di monitor touchscreen, ci sono:

  • Tre differenti misure: 65/75/85 pollici
  • Risoluzione 4K – UltraHD
  • Connessioni HDMI, USB-B, USB 2.0 e molte altre per essere collegato a qualunque dispositivo
  • Modulo WiFi integrato
  • Ampio angolo di visualizzazione per potere essere visto nitidamente da qualsiasi prospettiva
  • Dotato di speaker integrati ad alta fedeltà
  • Riproduce qualsiasi file audio e video senza la necessità di scaricare codec e lettori aggiuntivi
  • Supporto da terra e webcam opzionali
TeachScreen Teach X monitor touch per la scuola

Se vuoi avere maggiori informazioni sulla Serie X di TeachScreen contatta un nostro esperto.

Condividi
Torna su